Inizio questa rubrica parlando dell’esame di ieri. Mi chiedo come sia possibile che dopo 5 anni di università io riesca ancora a stupirmi quando, presentandomi a un appello trovo un compito completamente diverso da quello su cui mi sono preparata. Pirla io che non ho ancora capito che è sempre così.

Chiamiamola legge di Murphy, chiamiamola sfiga sfortuna, chiamiamola come volete, fatto sta che nella mia mente piccola e perversa io penso sempre che se in aula un professore ha abbozzato solo tipologie d’esercizio 1-2-3 e in tutte le prove che vi sono state dal 2008 ad oggi ci sono state solo tipologie 1-2-3, girate in qualche salsa, nell’esame dovrebbero esserci le suddette tipologie 1-2-3, magari girate in una salsa ancora diversa da quelle precedenti. Invece no! Nuova tipologia, con dati mai visti e che non sapevo come usare, con unità di misura a me ignote. “Eh ma se leggete i datasheet (= manuali dei componenti elettronici/informatici) le trovate queste cose, la trovate questa unità di misura” …io quando non so cosa fare leggo sempre i datasheet dei processori, voi no?

Sul discorso università ci sarebbe da parlare per secoli, perché dovrebbe essere una scuola di vita, prepararti al lavoro e invece l’università italiana dà un sacco di conoscenze a livello teorico, ma nessuna conoscenza a livello pratico. Per la serie: sono un ingegnere, ma non so fare un cazzo bel niente!

Le uniche cose a livello pratico che ho imparato negli anni sono state durante la tesi, quando il Professore che mi seguiva (un genio che è venuto a mancare il 23 dicembre, riposi in pace) mi ha insegnato a tenere in mano un saldatore, a attaccare i componenti, a disegnare degli schemi elettrici, insomma a creare qualcosa di funzionante e soprattutto qualcosa di utile al mondo! E il mio progetto era davvero uno spettacolo, la cosa più bella del mio triennio!

Tornando all’esame, sono poco speranzosa, anche perché se l’ho passato è con un votino smilzo e vorrei tenere una media bella nella magistrale, quindi lo rifarò prossimamente!

Cosa ne pensate voi dell’università italiana? E, se siete studenti, capita anche a voi l’appello magicamente diverso dal solito?

♥♦ Baci ♣♠

Annunci