Avere molti smalti è un divertimento, è vero, ma come ogni cosa, anche loro hanno bisogno di manutenzione affiché possano sempre essere in buona salute.
L’aria, il caldo e l’umidità sono nemici degli smalti dai quali bisogna cercare di difendersi. Il caldo è inevitabile che lo soffrano, del resto non possiamo metterli in frigorifero (cosa che invece ho già provveduto a fare con le matite da trucco e alcuni ombretti cremosi), l’unica soluzione è quella di cercare di metterli in un posto meno caldo possibile e non umido. Se, come me, abitate in un posto dove l’umidità mediamente è del 90% non potrete fare molto a riguardo!
Il problema maggiore e contro il quale si può davvero fare qualcosa è l’aria! Vi sarà capitato, immagino, che estraendo il pennellino dallo smalto si formassero dei filamenti: questo significa che lo smalto è rimasto a contatto con l’aria! Questo è uno dei motivi per cui nei negozi normalmente ci sono i tester, in modo tale da on aprire tutti gli smalti, dato che non tutte hanno l’accortezza di chiuderli bene bene.
Quando si fa sgocciolare il pennello contro il collo del botticino, ovviamente una parte di prodotto rimane lì e si solidifica, creando uno spessore millimetrico che lascia filtrare l’aria, la quale va ad alterare il contenuto.
20120702-175024.jpg
Una soluzione molto semplice al problema è quella di pulire i residui di smalto dal collo e per farlo basterà il classico batuffolo di cotone intriso di solvente, che utilizzate per togliere la manicure. Personalmente faccio questa operazione una volta ogni tanto, perché avendo parecchi smalti passa un po’ di tempo tra due utilizzi dello stesso colore; inoltre, è un’operazione abbastanza lunga (quando lo faccio pulisco TUTTI i vasetti) e da fare rigorosamente senza niente sulle unghie, altrimenti avrete cotone appiccicato su ogni dito!

E voi quale quale manutenzione fate ai vostri smalti?
♥♦ Baci ♣♠

Annunci