Necessito di shopping!

Buongiorno care! Oggi è venerdì e sono in ritardo rispetto al solito, portate pazienza, è un periodo così…le precedenze sono altre! E dovrebbero essere altre ancora (per esempio studiare Robotica invece di scrivervi), ma sono stressata, incazzosa, nervosa, agitata…qualsiasi aggettivo simile vi possa venire in mente a bene!
Ho bisogno di comprarmi un paio di scarpe! Lo sapete meglio di me che lo shopping compulsivo aiuta il corpo e la mente e Dior sa quanto ne abbia bisogno adesso! Non ho voglia di addentrarmi nella cosmesi, perché andare all’Ovs e trovare lo stand della Essence saccheggiato mi farebbe incazzare ancora di più…preferisco stare online, come sempre del resto! [per altro mi sono arrivati un po’ di oggettini carinissimi, ve ne devo parlare!]
Girovagando nel mio shopping compulsivo online, e trallallero trallallà, ho selezionato questi modelli.

spartoo

Non mi sono soffermata a guardare se effettivamente ci fosse il numero o no, perché non ho ancora capito se devo prendere il 36 o il 37 e so, quasi per certo, che se prendessi l’uno sarebbe sbagliato e dovrei cambiarlo con l’altro! Ma tanto il reso è gratuito, l’avevo già sfruttato quest’estate coi sandali verdi!
Vi piace qualcosa? Le due Guess sono carinissime, ma 155€/160€ sono un po’ troppini! Ammetto che mancano un paio di maryjane nella mia scarpiera e vorrei provvedere!
Punto quelle Café Noir dalla prima volta che ho aperto il sito, mi hanno sempre ispirata, mi sembrano eleganti e sportive, mi piacciono, il tacco abbastanza grosso, il cinturino alla caviglia…diverse dai miei soliti acquisti.
Le Carvela mi ispirano per questo tacco svettante, ma non so se saprei camminarci…e poi il mondo è pieno di (stronzi e di) sampietrini, quindi sono immettibili qua in zona!
Il raso delle Magrit mi rallegra la vista e l’anima, guardatele lì, eleganti, fini, raffinate…quasi da sposa…e quindi mi fanno incazzare anche loro.
I Feud mi piacciono tantissimo come forma e come tacco, sono proprio portabili anche tutti i giorni, solo che sono troppo chiari, si sporcherebbero troppo facilmente.
I tronchetti di Bata…quelli sì, vorrei prenderli, ma c’è solo il 40! Come pure voglio prendere un paio di francesine, che avevo puntato da un po’, ma non c’è mai stato il numero!

Mie dolcissime vi saluto, vi auguro un buon weekend!
♥♦ Baci ♣♠

42 Comments

    1. Vediamo come si evolve la situazione e come procede il mio studio, che per ora è ancora non-studio! Comunque si potrebbe fare…dato che la mia seduta di shopping di quel famoso sabato era stata interrotta piuttosto bruscamente!

  1. le Guess!!! di guess mi piace poco e nulla, spesso è roba tasha o pesante… ma se si impegnano fanno delle scarpe meravigliose

    1. Vero! Avevo visto delle spuntate nude quest’estate a cui ho lasciato il cuore, ma poi parlando è saltato fuori che sono made in china e tanto per tanto me le compro a 20€ e non a 200€!

      1. sieeeeeeee allora fai bene a lasciarle dove sono. Mi è appena venuto in mente che voglio fare un giro negli store cinesi (tanto da me ce ne sono più che boutiques italiane), fotografare le scarpe e poi confrontarle con presunti grandi marchi. Vediamo che salta fuori

        1. Avevo fatto un tour anch’io fotografando gli obrobri che vedevo…ce ne sono alcune allucinanti! Solo che non ho tempo di fare il post per bene! E ho ancora le foto sul BlackBerry!

        2. Lo farò lo farò! Quando risistemo un po’ di cose lo faccio! Ora devo mettermi a studiare!! Oddyo, non vendono la voglia su ebay?

        3. ahahah no quella devi tirarla fuori te 🙂
          Non so bene che cosa stai passando, ma ti sento giù… sicuramente lo shopping risolleva il morale, ma mai quanto un bel 30! (o anche 27 eh..non sono razzista) quindi, fai la brava e STUDIA :*

        4. Lo so, hai ragione, ma sai quando proprio non hai testa, fissi il libro e sottolinei a caso o sfogli le slide a blocchi di 8 per volta…non riesco a concentrarmi! Devo farlo, perché so per certo che la mia laurea è la cosa più importante e che mi aprirà un sacco di porte, tutto il resto è relativo, temporaneo, quel pezzo di carta no. Devo studiare, ma complici tutti gli avvenimenti di merda delle ultime due settimana e il fatto che sono pallosi e difficili sti esami (sono al quinto anno di ingegneria, direi che è normale) non riescooooo!!!
          L’unica nota positiva in mezzo a tanta merda, è che spero che vada davvero in porto la tesi al centro ricerche della Fiat così forse imparo qualcosa di serio!

        5. oh ma sarebbe bellissimo!!!! allora per oggi e tutto il we, chiudi i libri, chiama le tue migliori amiche, e goditi pomeriggi e serate passate tra negozi, caffè (o thè o cioccolata) con biscotti, risate, chiacchiere, pizza e un birrino la sera 🙂

        6. No…sono 10 giorni che faccio così…è ora di sbattere la testa contro i libri e di tirare fuori qualcosa di serio! E poi il birrino stasera per forza! Guarda, mi spiace solo che siamo tutte così lontane!

        7. Ho letto adesso il commento che hai lasciato da Manuela…eh, praticamente sono su quella barca lì io adesso…so che ne uscirò e ne uscirò vittoriosa, ma come puoi ben sapere non è immediata la cosa, soprattutto quando sei ancora nella fase “innamorata” e “io ti salverò” contemporaneamente, nonostante tutte le bugie e le umiliazioni subite…

        8. ti capisco benissimo, so come ci si sente purtroppo.tristezza, umiliazione, rabbia.. magari anche un po’ di rancore. Non ti dirò di non provarle, anzi, vivi tutte le emozioni a pieno, elaborale e poi, a tempo debito, reagisci. Cogli questi momenti per fare qualcosa di buono per te stessa, che può essere prendere un 30 o comprarsi un paio di scarpe, rilassati, pensai ai regali di natale per le persone a cui vuoi bene, se puoi falli te, creali e impegnati del tempo libero per cose che ti riempiano di gioia e divertimento. Ad anno nuovo ti renderai conto di ciò che ti rende felice e di quello di cui hai bisogno. E poi te lo vai a prendere 😀

        9. Forse hai ragione…ma se da un lato voglio dire Basta, dall’altro c’è ancora la crocerossina che vuole salvare il mondo! E invece so benissimo che dovrei pensare a conquistarlo e non a salvarlo! (il mondo intendo) Sono troppo buona, penso sempre positivo e penso sempre che la gente possa cambiare, ma la gente non cambia per gli altri, cambia per compiacere se stessa, quindi se non vuole farlo non lo farà. Siamo sempre lì…“sì, ma no”. Lo voglio, ma non lo devo volere. Gli dico di staccarsi, ma se lo fa mi riavvicino io. Mi dice di lasciarlo stare e mi riavvicino io. Sparisco io e torna lui. Solo che l’umiliazione è stata troppa e non ce la posso fare. Non ora. Soprattutto non ora con gli altri problemi che ci sono in casa. Ma vedi, non dico “No.”, dico sempre “Non ora”, perché dentro di me lo voglio. Anche se so già che vivrei male, con l’ansia, tra qualche mese sarò a Torino, a 140km, che non è l’altro capo del mondo certo, ma se si faceva i cazzi suoi quando io ero a 8km, chissà a 140!

        10. guarda, capisco benissimo come ci si sente.. Credo che quando persone del genere, inarrivabili ed egoiste, ci concedono (quasi con sufficienza, oserei dire) un po’ di tempo e attenzioni mostrandoci quel lato di loro che vorremmo fosse sempre emerso, e non nascosto, siamo disposte a tutto pur di vivere sempre momenti simili. Quando il Tromba ( 😀 ) si faceva vedere presente e premuroso una volta ogni due mesi, allora io impostavo la relazione e i desideri su di lui in questi momenti e mi accontentavo di quelle briciole che mi dava il resto dei giorni perchè tanto”sapevo” che infondo era diverso e che se volva poteva darmi di più. E’ qui l’errore: in una relazione SANA, non si da se mi pare, si da e basta, perchè è naturale. Riflettici su, vedi se ti torna e se ti sembra di ritrovartici… perchè se la risposta è positiva, allora ti urlo: SCAPPA. Smetti, finiscila qui, per te stessa e per la tua sanità psicofisica 😀 Perchè nessuno si merita di autoinfliggersi tanto dolore e perchè quando scoprirai cosa c’è oltre lui, riderai pensando al passato e ti godrai a pieno il presente 🙂

        11. Non mi ha mai trattata con sufficienza, con un po’ di egoismo forse sì…ma non per cattiveria, ma perché gli piace farsi viziare, senza capire che in un rapporto i gesti affettuosi devono essere biunivoci e non in un senso solo. Non mi dava le briciole e mi ha sempre trattata bene, ma dava anche a un’altra, il problema è questo. Questo non riesco a mandare giù. So che merito uno che mi rispetti di più e che si dedichi solo ed esclusivamente a me, ma in questo momento non so cosa è più giusto fare. Non lo voglio come moroso attualmente, perché vivrei male, con l’ansia del dov’è, cosa fa, con chi, perché ecc, ma non voglio escluderlo dalla mia vita, perché c’era di base un bel rapporto, ci capivamo, andavamo d’accordo e avevamo un bisogno reciproco uno dell’altra.
          Vedremo…

        12. inutile ribadire che se manca la fiducia in un qualsiasi tipo di rapporto, è sempre un problema. Ho interrotto un’amicizia importantissima perchè non c’era nè fiducia nè rispetto..
          Sono molto libera e liberale nei rapporti amorosi, ma la pretesa di un rapporto monogamo mi pare più che lecita. Sia per una questione di lealtà, che per rispetto, chiarezza e, ovviamente, amore. Con un po’ di tempo avrai la mente più lucida.
          Io non lo conosco, non voglio giudicare, ma una donna innamorata se ne fa di poco di un tipo che da troppo a troppa gente. ..

        13. Sì quello è vero…avere due donne innamorate di te è un lusso che pochi hanno avuto! Molti/tanti/troppi farebbero carte false per averne una sola che li ami! Ma come in tutte le cose, se tiri troppo la corda poi si spezza!

  2. Sono bellissime tutte..ma le francesine vincono sempre! Ne ho preso un paio uguali però senza fiore da pittarello ( ero molto dubbiosa non compro mai scarpe li e invece sono super valide) ci cammino tutto il giorno e sono comode e molto belle:) prova a dare un’occhiata p.s. shopping ❤

    1. Ne avevo viste anch’io un paio da pittarello (quello arancione) e costavano sui 25€/30€, ma non mi convincevano del tutto…ormai aspetterò i saldi mi sa…

      1. io le ho nere scamosciate con il tacco lucido..semplici semplici 🙂 dai ke arrivano presto:)

        1. Quelle che ho visto io erano marrone scuro, nere non mi piacevano…erano abbinabilissime e il tacco non tanto alto, ma c’era quel quid che non mi piaceva.
          Aspetto che facciano il riassortimento su spartoo, perché lì c’erano delle francesine marroni che dicevano “Comprami comprami”…ma non c’era il numero! Comunque ho la pagina degli ankleboots tra i preferiti e la controllo regolarmente, così appena arrivano…taaaac mie!

  3. spese eccessive, come anche altri comportamenti d’eccesso fatti di impulso, rientrano – a volte – all’interno del disturbo del controllo degli impulsi (v. anche a pagina 400 de “Il manuale pratico del benessere” delle edizioni Ipertesto).
    Tuttavia tali condotte abnormi necessitano una attenta valutazione clinica (prima di un intervento terapeutico mirato e risolutivo!) per accertare la diagnosi o avanzare una eventuale diagnosi differenziale su altre categorie diagnostiche, fissate a livello internazionale ed ufficialmente riconosciute. Il caso specifico delle spese d’eccesso fatte d’impulso potrebbe, in certi casi, riguardare un disturbo d’ansia o anche una compromissione neurologica (da accertare con opportuni esami strumentali) come pure determinate caratteristiche maladattive di personalità. Comunque lo shopping compulsivo non risulta ancora inserito tra le vigenti categorie diagnostiche riconosciute ufficialmente dalle nosografie diagnostiche internazionali

    1. Date le mie entrate, il mio “shopping compulsivo” si riduce a una manciata di euro! Non credo di essere ancora da psicoanalisi!
      Il mio acquisto folle sono state un paio di ballerine nere, veramente da pochi spicci, a cui nei prossimi giorni si aggiungerà un giro da Ovs, Acqua&Sapone o Kiko, con spesa massima prevista attorno ai 15€. Sono curabile!

      1. per la verità i “malati” di spese eccessive e fatte d’impulso sono pochi. Solo condotte abnormi necessitano una caura ma prima ancora una valutazione clinica per capire subito se il comportamento è patologico o meno. Chi è sano non viene curato.

  4. Cara, lo shopping aiuta sempre,che sia un ombretto o un paio di scarpe. Per questo da quando sono in università, un po’ per alleviare lo stress, un po’ per premiarmi per gli esami passati, un po’ perché ho due euro nel portafoglio che mi pesano e c’è quello smalto color cacca di piccione che proprio non ho, sto praticamente sul filo della barbonaggine. XD

    1. In effetti lo smalto color cacca di piccione mi manca, devo comprarlo! Oggi non ho lezione, perché i miei prof -poverini- sono alle Hawaii a fare una conferenza/congresso/quelcheè e quindi sono a casa…nel pomeriggio prevedo un giro Ovs, Kiko, Risparmio Casa, H&M, Zara…e se ci sta anche Acqua&Sapone (ma lì è la fine!).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...