Qualche giorno fa ho scritto il preambolo che mi ha portato a iniziare la ricostruzione ai capelli [qui]. Oggi parliamo della ricostruzione vera e propria.
Per fare la ricostruzione mi sono affidata al salone Mod’s Hair di Torino, che non mi sponsorizza! Ho pagato il trattamento e pagherò anche tutti quelli successivi, ci tengo a precisarlo. Il salone utilizza esclusivamente prodotti di L’Oreal e pertanto anche la ricostruzione è stata fatta con questi prodotti.

L’Orèal ha sviluppato APTYL 100, la prima tecnologia capace di trattare la fibra del capello in maniera durevole, il risultato di molti anni di ricerca, con 15 domande di brevetto depositate. Grazie ad APTYL 100, il trattamento può essere riattivato fino a 4 shampoo e ricaricato a casa per altri 4 shampoo e così all’infinito. APTYL 100 consente di ottenere risultati eccezionali in 3 semplici step: rigenerazione istantanea in salone, riattivazione a casa fino a 4 shampoo ed estensione dei risultati all’infinito con i monodose Re-Charge.

Esistono tre tipologie di programmi di ricostruzione:

  • Rectify (fucsia): per capelli leggermente sensibilizzati, che sono danneggiati dall’uso frequente di strumenti a caldo o dalle azioni meccaniche.
  • Restore (azzurro): per capelli sensibilizzati, colorati, schiariti o chimicamente trattati,
  • Reconstruct (viola): per capelli molto sensibilizzati, colorati, schiariti e /o chimicamente alterati

Per tutti questi programmi il risultato è avere capelli più setosi, più brillanti e più facili da districare; la fibra è rinforzata, intensamente morbida, splendente, soffice e leggera. Questo è il video con cui L’Orèal lo sponsorizza:

Teoricamente dovrebbero far fare un test per capire le abitudini nel trattamento dei capelli, ma nel mio caso hanno deciso loro che il trattamento più idoneo a me era il Rectify.

Il trattamento è rapido, dura poco di più di un normale lavaggio di capelli; è iniziato con il lavaggio utilizzando lo Shampoo L’Oreal PRO|FIBER Rectify

pro-fiber-rectify-shampoo

ed è proseguito con l’applicazione di mezza confezione (circa 8ml) del Concentré PRO|FIBER Rectify. Il prodotto è rimasto in posa per 5 minuti, sui capelli bagnati, coperto con una cuffietta di tessuto, per scaldare leggermente il capo.

pro-fiber-rectify-concentrato-monodose-10x15-ml-l-oreal-professionnel

Trascorso il tempo necessario e senza risciacquare, mi è stata applicato l’attivatore del trattamento a lunga durata, a base del complesso rigenerante Aptyl100. Lo scopo dell’attivatore è ristrutturare la fibra del capello dall’interno e ricondizionare la cuticola in superficie, con il risultato finale di avere delle fibre nuove dalle radici alle punte.

pro-fiber-attivatore-aptyl-100-500-ml-l-oreal-professionnel

Arrivata nella zona piega, i capelli sono stati tamponati con l’asciugamano e, prima di procedere all’asciugatura è stato applicato il Leave-In PRO|FIBER Restore (quello azzurro), per proteggere il capello dal calore del fohn e fissare il trattamento precedente.

leave in restore

In questa foto potete notare la differenza tra prima e dopo:

ricostruzione_capelli1

La foto di sinistra è stata scattata il giorno in cui sarei andata a fare la ricostruzione. Poiché mi ero dimenticata di farla il giorno prima dopo aver lavato i capelli, me la sono fatta scattare la mattina stessa appena sveglia. La foto di sinistra è scattata quattro ore dopo la piega invece.

Dopo il primo trattamento i capelli mi sono sembrati più lucidi e corposi, meno “a scalini”. I miei capelli tendono a sporcarsi davvero poco normalmente e anche con questo trattamento, che comunque li appesantisce un po’, non si sono sporcati tanto, hanno resistito un’intera settimana. Ho fatto il secondo trattamento il venerdì successivo. Il trattamento prosegue con altre tre sedute, per un totale di 4 in tutto, che cercherò di effettuare ogni venerdì. Per il momento sono contenta del risultato; vedremo i miglioramenti da qui alla fine.

Che ve ne pare? Qualcuna l’ha mai provato?
♥♦ Baci ♣♠

Annunci