I voli economici permettono di visitare città che mai ci saremmo sognati di visitare, tra queste Riga e Tallinn, le capitali di Lettonia e Estonia.

Siamo stati un paio di giorni a Riga e un paio a Tallinn, per poi fare rientro a Bergamo, aeroporto dal quale eravamo partiti.

Entrambe le città hanno un’aura magica e mistica e soprattutto una dignità che raramente ho trovato. Lettonia ed Estonia hanno sempre dovuto lottare per la loro indipendenza, essendo state annesse agli Stati limitrofi o invase alternativamente da Germania e Russia e bombardate, distrutte o bruciate più volte.

La Lettonia è indipendente del 1991, è entrata ufficialmente in Europa nel 2004 e ha aderito all’euro nel 2014.

L’Estonia è indipendente dal 1991 ed ha aderito all’euro nel 2011, è uno degli stati Europei col debito pubblico più basso e uno di quelli tecnologicamente più avanzati.

Riga

Riga è una città piccolissima e un giorno potrebbe essere sufficiente per farsi un’idea di com’è la città. Noi ci siamo stati un giorno e mezzo.

Nella zona vecchia di Riga si erige il Duomo, una chiesa luterana costruita nel XIII secondo con un mix di stili (romanico, gotico e barocco). L’interno è molto semplice, ma merita una visita per vedere l’organo, uno dei più grandi al mondo.

  • Orari: dalle 9-18 tutti i giorni, tranne mer-ven 9-17.
  • Prezzo: 3€
Riga (1-1)
Duomo di Riga

La chiesa di San Pietro è una chiesa gotica, situata sempre nel centro città. Ha un campanile molto alto, che si nota da tutta la città ed è uno dei più alti d’Europa.
È possibile salire fino in cima e godere di una bellissima visuale: per la prima volta ho visto un fiume completamente ghiacciato e ricoperto dalla neve.

  • Orari: lun-sab 10-19, domenica 12-19
  • Prezzo: 9€
Riga (2)
Panorama dal campanile della chiesa di San Pietro

La Casa del Gatto è uno degli edifici più conosciuti della città, costruito da un ricco commerciante lettone, a cui non fu permesso di entrare a far parte della Camera di Commercio (aperta solo per cittadini tedeschi). Come ripicca, il commerciante costruì questa casa con i gatti sul tetto, che inizialmente voltavano i loro fondoschiena verso la Camera di Commercio. Successivamente, dopo anni di cause e ricorsi, il commerciante fu obbligato a girare i gatti, che ora guardano verso la strada.

Riga (3)
Casa del Gatto

Nella piazza del Municipio, si erige la Casa delle Teste Nere, simbolo della città di Riga, costruita a metà del trecento, ristrutturata nell’ottocento, rasa al suolo durante la Seconda Guerra Mondiale e ricostruita nuovamente pochi anni fa. Storicamente era sede di una confraternita di mercanti (detta delle Teste Nere), mentre oggi ospita gli uffici del turismo.
Davanti alla Casa, vi è la statua di Rolando, un eroe cavalleresco difensore degli accusati: si dice che dalla punta della spada di Rolando vengano calcolate le distanze tra tutte le città della Lettonia e Riga.

Riga (6)
Casa delle Teste Nere e statua di Rolando

I Tre Fratelli sono un gruppo di tre case site in Maza Pils 17, 19 e 21. Sono tre palazzi storici in pietra, simili fra loro, ma risalenti a epoche diverse. Il più antico, in stile medievale, risale al XV secolo, mentre gli altri due sono stati costruiti rispettivamente nel XVII e del XVIII secolo, e sono d’impronta barocca.

Riga (4)
Tre Fratelli

Uscendo dalla città vecchia di Riga si trova il simbolo dell’indipendenza, ovvero il Monumento alla libertà, alto 42 metri e costruito nel periodo tra le due guerre. La donna raffigurata rappresenta la libertà e le tre stelle che tiene sul capo simboleggiano le tre regioni della Lettonia.

Riga (5)
Monumento alla libertà

La Chiesa della Natività di Cristo è una chiesa ortodossa, sede della eparchia di Riga. La cattedrale pare che sia stata convertita in un pub durante le varie invasioni, per evitare che la distruggessero. Fortunatamente gli interni si sono preservati molto bene e negli anni ’90 la chiesa è ritornata ad essere un luogo di culto.

  • Orari: 7-18.30 tutti i giorni
  • Prezzo: gratuito
  • Note: le donne dovrebbero coprirsi il capo in chiesa e gli uomini dovrebbero restare a capo scoperto

Il Quartiere Art Nouveau è un quartiere poco distante dal centro città, ricco di edifici in stile art nouveau, costruiti tra la fine del 1800 e l’inizio della prima guerra mondiale. Noi abbiamo girato questo quartiere insieme a una ragazza di Riga, partecipando a un free walking tour, e ci sono stati spiegati e mostrati i palazzi più belli e particolari.

Poco lontano dalla stazione dei bus, si trova il Mercato Centrale, che però chiude poco prima delle ore 18. Il nostro bus partiva alle 19 e in poco più di 4 ore, e con un prezzo esiguo, ci ha portato nella deliziosa capitale estone.

Tallinn

Iniziamo i nostri due giorni a Tallinn, passeggiando per la città. Il nostro hotel si trova un po’ decentrato, ma a 5 minuti a piedi dalla Vabaduse Väljak (Piazza della Libertà), che è l’inizio del centro cittadino. Nella pizza sono presenti una chiesa e la Colonna della Vittoria dell’Indipendenza dell’Estonia, alta 23 metri e costruita per commemorare i civili e militari estoni caduti e feriti durante la guerra d’indipendenza estone.

Il centro storico è diviso in due parti: la parte bassa e la parte alta (Toompea), che è la parte più ricca della città, sede del Parlamento, della casa del presidente e di molte ambasciate.

La piazza principale di Tallinn è la Piazza Raekoja, dove sorge il Municipio, che ospita la Camera dei Cittadini e la Camera del Consiglio. Sulla guglia rinascimentale è presente il Vecchio Tommaso, il simbolo della città, nonché il suo protettore.

Tallinn (3)
Municipio di Tallinn

Nella stessa piazza, dando le spalle al municipio, ci sono delle coloratissime case, nel classico stile di questi paesi del nord. Inoltre, vi è anche la Raeapteek, una delle farmacie più antiche d’Europa, ancora in attività. È possibile entrare nella farmacia, al fondo della quale c’è un salone con reperti storici medico-farmaceutici.

  • Orari: martedì-sabato 10-18
  • Prezzo: gratis

Tallinn (2)

Nonostante il popolo estone non sia più di tanto credente, le chiese sono disseminate ovunque. Peccato solo che di lunedì e martedì fossero tutte inspiegabilmente chiuse.

Tra le chiese che si notano maggiormente ci sono la Chiesa di San Nicola, quella dello Spirito Santo e quella di Sant’Olav.

Dalla piazza principale e prendendo una delle tante vie, si arriva alla Chiesa dello Spirito Santo, sulla cui parete esterna spicca un grazioso orologio.

La chiesa di San Nicola in realtà non è utilizzata per motivi religiosi, ma solo da museo e contiene al suo interno il dipinto “Dance of Death” di Bernt Notk, uno degli oggetti di maggior valore di tutta l’Estonia.

Sempre nella parte bassa della città si possono visitare il Passaggio di Santa Caterina, una bellissima via realizzata in mezzo delle mura. Lungo questa via si trovano negozietti con artigianato locale.

La Chiesa di Sant’Olav è un edificio dedicato a Re Olaf di Norvegia, protettore dei marinai. La guglia, con i suoi 159 metri, è l’edificio più alto di Tallinn ed è sempre stato il punto di riferimento dei marinai.

Tallinn (1)
Panorama da Toompea – Chiesa di St Olav

Andando nella città alta, Toompea, si trovano due punti panoramici: Kohtuosa Vaateplats, da cui è possibile ammirare sia la parte medioevale sia la nuova parte finanziaria, e Patkuli Vateplaatvorm, che si trova dall’altro lato della collina e ha un’ottima vista sulle torri e le mura della città.

A Toompea non si può non rimanere incantanti davanti alla Cattedrale Aleksandr Nevski, cattedrale ortodossa, in stile bizantino russo costruita attorno al 1900, per volere dello Zar Alessandro III, per grazia ricevuta.

Tallinn (4)
Cattedrale di Aleksandr Nevskij dalla Kiek in de Kok

Inoltre è proprio dall’alto che si può ammirare la grande cinta muraria che chiude la città. Una delle torri è la Margherita Grassa, che ospita il museo marino, e un’altra famosa è la Kiek in de Kok, che ospita il Museo della storia Estone. Quest’ultimo è l’unico museo che abbiamo visitato nel nostro viaggio. Il museo è molto carino, si possono visitare i vari piani della torre, fino ad arrivare in cima per godere di una splendida vista. All’interno c’è una ricostruzione in plastico delle mura e tutte le torri e ci sono state spiegate le modifiche che queste mura hanno subito nell’arco degli anni, delle invasioni e dei bombardamenti.
La parte migliore del museo è la visita guidata al tunnel sotterraneo, che ripercorre gli anni terribili della guerra. Le spiegazioni della guida sono molto precise e fanno capire molto della cultura e dell’orgoglio estone.

  • Orari: martedì-domenica 10:30-18
  • Prezzo: 13€ (museo + visita guidata dei sotterranei)

Consigli utili

  • Il trasferimento migliore dall’aeroporto di Riga al centro città è l’autobus n.22 che in circa 20 minuti porta a destinazione. Il biglietto costa 1.10€ e si acquista alle macchinette automatiche alla fermata del bus.
  • Il trasferimento migliore dal centro di Tallinn all’aeroporto è l’autobus n.2, impiega circa 20 minuti in orari non di punta (sono solo 4km) e il prezzo del biglietto è 1.60€ e si può fare a bordo.
  • Il trasferimento migliore tra Riga e Tallinn è sempre il bus. I bus partono dalla stazione degli autobus; ci sono diverse compagnie che fanno la stessa tratta e i biglietti si possono comprare anche online. Prima si comprano e più si risparmia. Io ho usato la compagnia Eurolines, che era la più economica, e la consiglio.
  • I bus sono di ottima qualità, con il bagno a bordo e i televisori dietro ogni sedile (come sugli aerei), per vedere film o ascoltare audiolibri, per cui vi consiglio di portarvi degli auricolari o delle cuffiette.
  • Gli hotel in entrambe le città hanno prezzi molto abbordabili: una doppia in un 4* con colazione inclusa in pieno centro costa circa 50€/notte su Booking (in bassa stagione).
  • In entrambe le città potete fare dei Free Walk Tour, ovvero delle visite guidate della città, con una persona del luogo che, in un ottimo inglese, vi accompagnerà per almeno un paio d’ore a vedere i posti principali, raccontandovi gli usi, i costumi e la storia di queste popolazioni. I giri sono gratuiti, ma la mancia alla guida è educazione.
  • Come cibo, troviamo in generale cibi piuttosto grassi, con burro e aglio. Moltissimi piatti sono a base di maiale e sono largamente consumate anche le zuppe.
  • A Tallinn, nel municipio c’è un locale che rievoca una vecchia osteria medioevale, senza luci, solo candele, senza menù, ma solo l’oste che dice cosa c’è. Merita una visita già solo per la location, si chiama Draakon III, e vi sembrerà di essere catapultati in Game of Thrones.
  • Come bevande invece troverete ovunque delle ottime birre artigianali. Sia a Riga che a Tallinn inoltre ci sono liquori tipici, il più famoso è il Vana Tallinn.

Se aveste altri dubbi o curiosità non esitate a contattarmi anche in privato.
♥♦ Baci ♣♠

Annunci