Quella appena trascorsa è stata una settimana piuttosto particolare. Ero nella mia casa in montagna, a 1400m, un po’ isolata dal mondo: senza telefoni, perché non prendono, e, di conseguenza, senza 3G e dunque internet. Per far prendere Vodafone dovevo farmi un po’ di strada e raggiungere una roccia, issarmi lì sopra come la bandiera americana che Armstrong piantò sulla luna e attendere fiduciosa che la scritta Nessun Servizio si tramutasse in I Vodafone. Non sempre mi veniva voglia di farmi questo sbattimento. A volte serve staccare e non sentire niente e nessuno. Non avevo nessun motivo valido, semplicemente a casa c’era troppo caldo!
20120805-102740.jpg
Raccontata così sembra quasi una cosa da far paura e, se da un lato ho dormito poco per via del gatto che, fuori dal suo ambiente quotidiano, iniziava a fare il matto alle 5 del mattino, saltandomi nel letto e iniziando a leccarmi e miagolare per la fame, dall’altro ho fatto una settimana all’insegna del benessere: aria pura e pulita, niente traffico, polvere e rumori (davanti a casa mia stanno costruendo una casa, quindi vi lascio immaginare il bordello che c’era negli ultimi giorni tra camion, ruspe e via dicendo), niente gelato (a casa non riesco a farne a meno con il caldo), cibi sani, niente trucco, nemmeno un filo di mascara o un velo di cipria (quanto tempo era???), niente smalto (per metà settimana) e tanto tanto tempo da dedicarmi. Ho colto l’occasione anche per leggere un po’, cosa che a casa non faccio mai, se non per dovere.
20120805-102933.jpg
Dopo un po’ in realtà i cibi insalubri, la confusione e la routine quotidiana mi mancano, però ogni tanto una settimana fuori dal mondo serve. Sempre con moderazione. E ora che il 3G prende, vado a leggere i vostri post.

Ciao dolcezze
♥♦ Baci ♣♠

Annunci