Da ieri alle 11.46 tutti parlano delle dimissioni del Papa, evento eccezionale e più unico che raro, dato che bisogna andare indietro di 800 anni per trovare un altro caso. Voglio pararne anch’io. Non voglio essere prolissa, mi limito a fare qualche osservazione.

La scelta del Papa di dimettersi, per motivi di salute o per qualsiasi altro motivo che a noi non sarà mai noto, è sicuramente stata molto ponderata, dato che è il rappresentante di dio sulla terra fino alla sua morte.

Se l’uomo più potente del mondo, sovrano dello stato più piccolo del mondo, ammette di non essere più in grado di governare il mondo al meglio delle sue capacità e si dimette, perché i nostri politici, che ricoprono cariche decisamente più insignificanti a livello mondiale, e sono anch’essi incapaci, non decidono anche loro di andarsene a casa?

Nonostante non mi sia mai piaciuto molto questo Papa, ex pilota sui caccia bombardieri delle SS durante la guerra, apprezzo molto il gesto e spero sia d’insegnamento a tutta l’altra marmaglia politica, da sinistra a destra.

I prossimi mesi saranno ricchi di cambiamenti: nuovo Governo, nuovo Premier, nuovo presidente della Repubblica e nuovo Papa…Sarà un cambiamento in meglio o in peggio?

Cosa ne pensate?
♥♦ Baci ♣♠

Annunci